La Spiegazione del Patto

Gli ordinamenti giuridici statuali, nati nel XX secolo, democratici e liberali, stanno attraversando una profonda crisi che appare irreversibile.

La sovranità popolare è sempre più debole e il diritto di libertà, principio fondante di ogni ordinamento che voglia definirsi propriamente democratico, sta subendo, sempre di più, gravissime ed intollerabili violazioni.

L’ordinamento giuridico statuale non è l’unico ordinamento possibile. Di pari dignità giuridica possono sussistere altri ordinamenti che traggono la loro vitalità e legittimazione dalle variegate realtà sociali che fioriscono e vivono nell’ambito dello stesso territorio geografico.

Questi diversi ordinamenti, quali espressione del fenomeno giuridico, sono autonomi ed indipendenti da quello statuale, pur entrando in relazione con esso. In tal senso vedi per tutti SANTI ROMANO, (L’ordinamento Giuridico).

E’ essenziale, quindi, che le varie realtà, e le persone che danno loro vita, nate negli ultimi anni, la cui azione ed opera è stata volta alla tutela dei diritti fondamentali della persona umana, si riconoscano vicendevolmente, affermando il proprio reciproco ed insostituibile valore.

Il reciproco riconoscimento ed il fine del mutuo aiuto e soccorso sono elementi fondanti necessari per dare l’inizio ad una nuova realtà sociale, autonoma ed organizzata, al cui centro stia la solidarietà umana, la persona, i suoi valori e la sua intangibile libertà e dignità.